Viaggi e fotografia: consigli per le tue vacanze! - Corsi di Fotografia

Finalmente si avvicina la stagione delle vacanze!

Prima di partire per le tanto agognate vacanze è bene capire quale attrezzatura portare con noi e sopratutto quali piccoli accorgimenti è bene seguire per evitare di trovarsi in difficoltà per piccoli imprevisti.

1) Zaino o borsa

Se il nostro obiettivo è quello di portare con noi la nostra macchina fotografica dobbiamo fare una scelta radicale che tra i fotografi è spesso un dilemma: zaino o borsa ?

Occorre fare una scelta che tenga in considerazione diversi aspetti. capire come trasportare la nostra attrezzatura.

Lo zaino (qui trovate un articolo sullo zaino ideale) è evidentemente più comodo per i viaggi in cui è necessario trasportare l’attrezzatura fotografica per lunghe distanze. Se sei un appassionato di trekking e lunghe passeggiate è probabilmente la soluzione ideale:  , Il peso è molto ben bilanciato sulle spalle, gli spallacci hanno una buona imbottitura, e la parte che appoggia sulla schiena è dotata di un sistema di aerazione per prevenire, nei limiti del possibile, di sudare.

Lo zaino inoltre garantisce un’ampia versatilità con molti scomparti e tasche che possono accogliere tutta la nostra attrezzatura. Il rischio però è che si possano mettere all’interno dello zaino troppi oggetti con la conseguenza che il peso diventa notevole.

zaino

Quindi fate attenzione, scegliete si uno zaino capiente ma non esagerate. 

Se invece il. vostro viaggio non prevede lunghe passeggiate ma visitare città e soprattutto trovarsi tra tanta gente potreste trovare comoda una borsa o perchè no uno zaino monospalla. In questo caso dovrete viaggiare leggeri, portando con voi solo lo strettamente necessario come per esempio la sola macchina fotografica con un solo obiettivo. 

tracolla

2) Scegliete l’attrezzatura giusta e controllate che non manchi nulla.

Per compromettere un’uscita fotografia basta veramente poco come per esempio dimenticare le memory-card (in questo articolo una guida su come sceglierle) o peggio ancora ritrovarsi con le batterie scariche (qui un articolo su batterie e carica-batterie). Quindi la sera prima della partenza verifichiamo di avere tutto in ordine. 

Potrebbe essere molto utile fare una check-list delle cose necessarie per evitare spiacevoli contrattempi.

Se partite per un viaggio che prevede diversi imbarchi in aereo e passaggi a diversi controllo bagagli sarebbe bene dotarsi di un custodia memory-card che garantisce una notevole protezione alle nostre schede di memoria (trovate qui un articolo in merito). 
Per le batterie oltre a fare affidamento alle batterie originali potete scegliere tra una vasta gamma di batterie compatibili che spesso hanno prestazioni al pari o migliori di quelle originali. Siti online vi permettono di acquistare i prodotti dopo aver letto le recensioni. Approfittate di questa possibilità.
Nel vostro zaino non dovrebbero mai mancare i filtri: UV, ND e Polarizzatori (qui trovate un articolo che vi spiega la funzione di ogni filtro). 

3) Il cavalletto. E’ veramente necessario?

Se c’è una cosa che va evitata è quella di portare con noi attrezzatura che poi rischia di diventare un peso o peggio ancora un elemento di disturbo. Il cavalletto è uno di questi accessori. Se avete in mente di realizzare delle fotografie notturne oppure volete sfruttare i vostri filtri ND per realizzare l’effetto seta dell’acqua che richiedono lunghe pose allora il cavalletto non può mancare. 
Ma attenzione a non scegliere un cavalletto qualsiasi, dovrà essere in grado di sostenere il peso della vostra reflex (qui trovate un articolo su come scegliere un cavalletto). Se non avete intenzione di cimentarvi in questo tipo di scatto, allora non vi caricate di un peso e di un ingombro inutile e lasciate il vostro cavalletto a casa. 

cavalletto

4) Tracolla o hand-grip?

Tutte le macchine fotografiche vengono vendute con una tracolla in dotazione e ci aiuta a trasportarla appesa al nostro collo. A lungo andare questo accessorio lascia il posto a soluzioni ben più pratiche che evitano di portare un peso per lungo tempo appeso al collo (la cervicale a lungo andare ne risentirà) e soprattutto l’inesorabile dondolare sul nostro stomaco. 
L’hand-grip può essere una soluzione molto comoda che unisce la praticità di avere sempre la macchina ancorata alla mano e la sicurezza. 
Ne esistono di diverse versioni, dovrete scegliere facendo attenzione ai materiali e al sistema di sicurezza. Non spendeteci pochi euro visto che dovrà tenere in sicurezza la vostra macchina fotografica da centinaia o addirittura migliaia di euro. 

5) Cover impermeabile per la macchina fotografica

Anche se avete appena acquistato la vostra reflex tropicalizzata, evitate di testarla sotto un acquazzone. 
Se il vostro viaggio vi spinge verso latitudini dove il cambio di tempo può essere repentino è bene che nella vostra borsa non manchi un accessorio che vi permetta di continuare a scattare anche sotto la pioggia. 

Intendiamoci, non stiamo parlando di qualcosa di molto pratico ma se proprio non riuscite a smettere di fotografare stando sotto la pioggia è bene averne uno.

Ne esistono di diversi materiali e forme ma di fatto il funzionamento è sempre lo stesso. 
La protezione è composta da una specie di scafandro per la vostra macchina fotografica che lascerà sporgere solo la lente frontale dell’obiettivo al quale sarebbe buona cosa mettere il paraluce e completato da due “maniche” nel quale poter infilare le braccia. 
In questo modo non dovrebbero esserci problemi di acqua che possa penetrare nella protezione e raggiungere la macchina fotografica. 

cover-anti-pioggia

Ovviamente ognuno di voi avrà nel tempo identificato quale accessori non possono mancare all’interno del proprio zaino. Se volete farcelo sapere oppure inviarci qualche consiglio su attrezzatura ed accessori che secondo voi non possono mancare, fatecelo sapere nei commenti. 

Ciao!